BelarusNews - Portale di Informazione sulla Bielorussia

www.BelarusNews.it

 

L'AIBI risponde chiarendo la sua posizione Stampa E-mail
Scritto da Amici dei Bambini   
Facebook!
Amici dei Bambini risponde a tutte le persone che hanno voluto inviare i loro messaggi - molti dei quali anonimi - in merito alla decisione dell'associazione di presentare ricorso al TAR sulle Linee Guida del 2005 che regolano i viaggi solidaristici in Italia e non fanno distinzione tra orfani in istituti e bambini in famiglia: un ricorso che NON INTENDE NE' PUO' BLOCCARE o interrompere i viaggi, bensì potrebbe, se accolto, disciplinare i viaggi per tutelare meglio i minori coinvolti e le stesse famiglie accoglienti. Riteniamo infatti  che gli orfani abbandonati negli istituti e in stato di adottabilità debbano essere accolti come figli in una famiglia in modo definitivo e non solo alcuni mesi all'anno durante periodi di vacanza.

Consentire questo tipo di viaggi a minori abbandonati, significa infatti illuderli di aver finalmente trovato l'affetto che da tempo cercano, rischiando di subire frustrazioni e disadattamenti gravi al momento del ritorno nella loro situazione abituale. Amici dei Bambini NON ADOTTA IN BIELORUSSIA, ma è intervenuta in questa vicenda per una questione di diritti dei minori e in particolar modo del diritto alla famiglia: i bambini in stato di abbandono devono essere inseriti non tanto nei viaggi bensì negli elenchi dei minori adottabili dei rispettivi governi. Le famiglie, già disponibili all'accoglienza, potranno così avanzare la richiesta di adozione e renderli figli. Riteniamo, attraverso queste azioni, di farci interpreti del desiderio di essere figli espresso da ogni orfano. Ben vengano invece i viaggi solidaristici, più volte l'anno, per quei bambini che, pur essendo in istituto, hanno riferimenti familiari, oppure sono malati o in vivono in condizioni di disagio. All'associazione Amici dei Bambini  interessa solo il confronto costruttivo. Per questo invitiamo tutti coloro che, certi delle proprie idee, vogliono esprimerle,  di farlo firmando con nome e cognome le lettere che inviano, non attraverso messaggi poco chiari o non identificabili. L'associazione provvederà a rispondere  nei confronti di coloro che sollevano accuse ingiustificate che riguardano interessi privati o alludono a presunte condotte illecite.





Salva articolo su SalvaSiti.com!Figo: lo DIGO!Reddit!Del.icio.us!Google!Live!Technorati!Yahoo!
< Precedente   Prossimo >

 

Advertisement
Articoli più letti

 

Ricerca personalizzata