BelarusNews - Portale di Informazione sulla Bielorussia

www.BelarusNews.it

 

Il Coordinamento Famiglie incontra il Vice-Ministro dell'istruzione Kovaliova Stampa E-mail
Scritto da Coordinamento Famiglie Adottanti   
Facebook!

Il Vice Ministro ha trattato in un breve preambolo le motivazioni che hanno portato al blocco dei soggiorni di risanamento sanitario. Le ragioni del blocco sono imputabili ad entrambe le parti. I recenti casi di trattenimento illegale dei minori bielorussi hanno posto il problema di individuare una soluzione allo status del minore quando e' sul territorio italiano, poiche' nè l'accompagnatore, nè i rappresentanti diplomatici sono considerati dalla giustizia italiana i loro tutori legali. Purtroppo in alcuni casi ci sono state delle conseguenze penali per i direttori d'istituto.

Sappiamo quale importanza abbiano i soggiorni di risanamento per questi bambini, ma abbiamo compreso la posizione della parte italiana e stiamo lavorando per stilare una proposta da sottoporre alle autorità italiane come base di trattativa. Questa proposta sarà consegnata alle autorità italiane nella prima decade di Gennaio 2007. In merito alle adozioni, anche qui la Sig.ra Kovaliova ha effettuato un breve excursus sulle motivazioni che hanno portato al blocco delle adozioni nel 2004. A seguito di quegli eventi il Centro Adozioni di Minsk è stato posto sotto processo penale e tutte le pratiche di adozione a partire dal 1992 sono state vagliate dalle autorità giudiziarie. Non nascode con un certo orgoglio che al termine del processo, conclusosi da poco, nessuna pratica ha evidenziato casi di corruzione o di mancato rispetto delle procedure. Il Vice-Ministro ha sottolineato che il processo adottivo fa ricadere una responsabilità penale e personale su tutti i  soggetti interessati nell'iter fino al Ministro dell'Istruzione. E' per questo che ogni pratica viene vagliata attentamente. Nel 2006 in Bielorussia sono stati adottati in totale 53 bambini (ndr. riteniamo incluse le nazionali). Ha espresso estrema sorpresa, espressa anche dal ministro, che ci sono ben 600 (150+450 circa) famiglie in attesa di adozione con pratiche presentate, per la maggior parte, prima del blocco del 2004 ed ha affermato che le adozioni non sono chiuse con l'Italia. Ha pero' evidenziato la necessità di una soluzione politica delle 600 adozioni che deve avere un forte sostegno politico. Per questo auspica una missione tecnica italiana.  Infine ha ringraziato tutte le famiglie italiane per il sostegno dato ai loro bambini e ci ha informato di aver dato disposizione a tutti i direttori di istituto di favorire gli incontri con le famiglie italiane. Per il futuro la Bielorussia intende riformare la propria legge sull'affido e sull'adozione. Sono state stanziate somme ingenti per favorire l'affido dei minori a famiglie bielorusse, mentre per quanto riguarda le adozioni è allo studio una proposta che concederà anche alle famiglie adottanti bielorusse un contributo analogo a quello dell'istituto dell'affido.

 

Le Famiglie delegate per il Coordinamento delle Famiglie Adottanti in Bielorussia





Salva articolo su SalvaSiti.com!Figo: lo DIGO!Reddit!Del.icio.us!Google!Live!Technorati!Yahoo!
< Precedente   Prossimo >

 

Advertisement
Articoli più letti

 

Ricerca personalizzata