BelarusNews - Portale di Informazione sulla Bielorussia

www.BelarusNews.it

 

Aggiornamenti dal MAVI Stampa E-mail
Scritto da MAVI - Movimento delle Associazioni accoglienti Bambini in Italia   
Facebook!
Continua incessantemente  l’attività istituzionale del MAVI che tenta di sostenere ed ampliare l’azione a favore dei minori stranieri presenti sul territorio nazionale sia essi accompagnati che non accompagnati. La giornata di oggi è stata dedicata agli incontri con il Sottosegretario Carlo Giovanardi, con l’Onorevole Alessandra Mussolini, Presidente della Commissione Infanzia e con il Presidente del Comitato Minori, Dottor Giuseppe Silveri. Con il Sottosegretario Giovanardi, MAVI, ha affrontato il tema della questione “accoglienza/adozione”, cercando di evitare facili strumentalizzazioni e ponendo al Sottosegretario elementi conoscitivi sul movimento associazionistico di accoglienza che da anni opera in silenzio, divenendo punto di riferimento in Europa, avendo prodotto un Accordo Bilaterale che oggi è diventato riferimento per ogni stato che si vuol cimentare con l’accoglienza temporanea di minori stranieri bielorussi e soprattutto per capire cosa, negli anni in termini culturali e di cooperazione internazionale è riuscita a produrre ed ampliare il concetto di “solidarietà” verso chiunque abbia bisogno di essere aiutato.
Un Movimento Associativo di Famiglie Italiane pronta a sostenere progettualità educative e di sostegno verso i minori stranieri avendo coscienza della propria esperienza e ponendola a disposizione, a tutti i livelli, delle Istituzioni italiane. Con il Sottosegretario Carlo Giovanardi si è affrontata la tematica relativa alle famiglie adottive che hanno il decreto di idoneità in scadenza e che i Tribunali dei Minori non hanno nessuna intenzione  di rinnovare. Tante famiglie alla disperazione che  chiedono di essere ascoltate e che soprattutto avendo avuto un’occasione per concretizzare “il sogno” di donare una speranza ad un bambino conosciuto attraverso l’esperienza dell’accoglienza temporanea si vedono precludere definitivamente tale possibilità. L’impegno concordato con il Sottosegretario è quello di poter avere l’elenco delle famiglie italiane in queste condizioni per cercare di far ottenere una proroga dei Tribunali affinché gli Enti Autorizzati possano continuare a tenere in carico le famiglie e soprattutto riaprire un “Tavolo di discussione” con le CAI affinché si riattivi un lavoro di diplomazia internazionale tesa a superare l’attuale fase di totale blocco delle adozioni con la Repubblica di Belarus. Nell’incontro il con la Presidente della Commissione infanzia, Onorevole Alessandra Mussolini, si è affrontato il tema dei minori non accompagnati e della necessità di costruire un progetto sperimentale che veda la partecipazione degli Enti Locali e del patrimonio costituito dalle “famiglie – accoglienti minori stranieri” che attraverso la propria Associazione potrebbe portare un contributo fattivo all’aiuto da prestare al bambino abbandonato in Italia. Con l’Onorevole Mussolini si è concordato di affrontare tale questione in un incontro preparatorio del progetto con l’ANCI e di sottoporre successivamente il progetto sperimentale all’attenzione del Comitato Minori Stranieri per la valutazione e per il sostegno necessario alla sua realizzazione. Infine, nell’incontro con il Presidente del Comitato Minori Stranieri, dottor Giuseppe Silveri, MAVI ha ribadito la necessità di accelerare i tempi di costituzione di un Albo delle Associazioni riconosciute per fare Accoglienza Temporanea che tenga conto dell’esperienza consolidata in questi anni e che ridefinisca nel suo complesso le attività necessarie che le Associazioni sono chiamate a svolgere affinché il “Diritto superiore del Minore” sia garantito in questa straordinaria esperienza che ha prodotto in termini culturali, educativi e formativi, generazioni di uomini e donne in grado di poter affermare che attraverso una solidarietà “spontanea e dal basso” si e’ riusciti a dare una speranza a chi era caduto nel dimenticatoio  del disagio sociale. Un Albo delle Associazioni che renderebbe l’esperienza ancor più utile e qualificata e che sgombrerebbe il campo da equivoci,sottintesi e fraintendimenti spesso dovuti alla mancanza di criteri e regole condivise ed accettate da tutti. Un plauso e’ stato sottolineato da Mavi, a tal proposito, dal ruolo avuto dall’Accordo bilaterale con la Rep. di Belarus che e’ riuscito a ripristinare quella serenità organizzativa necessaria alle famiglie italiane ed alle Associazioni che si cimentano quotidianamente con questa esperienza. Un Mavi impegnato sul fronte della tutela delle famiglie in difficoltà, impegnato sulla sperimentazione di nuove progettualità e nella stabilizzazione del movimento associativo dell’accoglienza temporanea attraverso la predisposizione dell’Albo che fotografa un impegno quotidiano e certosino verso chi, come le famiglie italiane, le Associazioni sono abituate a svolgere un prezioso lavoro di solidarietà senza clamori e senza riflettori ma attraverso un lavoro assolutamente prezioso se si vuol stare dalla parte del bene superiore del minore.




Salva articolo su SalvaSiti.com!Figo: lo DIGO!Reddit!Del.icio.us!Google!Live!Technorati!Yahoo!
< Precedente   Prossimo >

 

Advertisement
Articoli più letti

 

Ricerca personalizzata