BelarusNews - Portale di Informazione sulla Bielorussia

www.BelarusNews.it

 

Il messaggio di Buon Anno del Presidente Lukashenko al popolo bielorusso Stampa E-mail
Scritto da ProgettoHumus   
Facebook!

Cari Amici, nessun’altra vacanza è più attesa ed è più calda e gioiosa come quella del Nuovo Anno. Essa incarna tutto: La nascita di un nuovo sogno, la riconciliazione, il consenso, l’unità e la fede. Un’altra cosa meravigliosa della notte che attende il nuovo anno è che ci permette di dare uno sguardo al recente passato, analizzando e valutando nello stesso tempo il futuro. E anche se lo scorso anno non è stato privo di difficoltà e tribolazioni, è stato anche segnato da alcune grandi realizzazioni e speranze, pieno di avvenimenti e successi per il nostro paese. Nel mio saluto allo scorso anno, vorrei esprimere la mia sincera gratitudine a voi, miei concittadini, per tutto ciò che abbiamo fatto insieme. La mia profonda gratitudine a coloro che hanno realizzato la più grande raccolta di grano nella nostra storia, a chi ha fatto in modo che l’approvvigionamento di gas naturale sia stato esteso a tutte le zone del nostro paese, a coloro che hanno la padronanza delle tecniche per realizzare interventi chirurgici delicati, a quelli che hanno così dato una vera e propria svolta nel campo della medicina, a chi svolge onestamente il proprio lavoro giornalmente servendo fedelmente la Patria.

Ringrazio di cuore tutti i cittadini del nostro paese per la fiducia nelle autorità, garanti della tranquillità e saggezza. Abbiamo sentito ancora una volta in noi stessi una parte di sacro, che è la caratteristica della nostra gente. Noi abbiamo fatto in modo di creare una “nazione sana”; sana non solo fisicamente ma anche spiritualmente. Non ci sono conflitti o discordie nella società bielorussa e nei rapporti con le altre culture. Bielorussi, russi, polacchi, ebrei, persone di fedi diverse convivono pacificamente, creano famiglie senza ereggere barriere. La Belarus è uno stato europeo. Non abbiamo nessuna necessità di doverlo dimostrare. Non abbiamo mai litigato con nessuno e non abbiamo mai provocato alcun problema a nessuno. I nostri cuori sono aperti a coloro che a noi si rivolgono con buone intenzioni. Quest’anno ci ha reso più sicuri di aver intrapreso la giusta strada. A volte penso a come sia stata strana questa storia! Coloro che ieri insegnavano a noi parlare, adesso parlano nel rispetto del modello di sviluppo bielorusso. E oggi, l’infezione che nell’economia mondiale ha scatenano una grave crisi ha confermato che ciò che abbiamo fatto in tutti questi anni è stato giusto. A volte abbiamo proceduto sulla base dell’intuizione; ma la nostra caratteristica principale è stata quella di operare con il nostro cervello, svolgendo il lavoro nell’interesse della gente. Ricordo che siamo stati duramente criticati per non aver lasciato morire le zone rurali. Ma, al verificarsi della crisi alimentare, si è dimostrato come fosse importante con i propri mezzi auto fornirsi di prodotti alimentari. La Belarus, appunto, ha supportato in ogni modo possibile i propri agricoltori. Non abbiamo sottoposto la nostra economia alle variazioni ed all’instabilità delle regole del mercato internazionale dei cambi. Noi non siamo fra quelli che hanno provocato la crisi che oggi sta facendo sentire le sue conseguenze in tutto il mondo; al contrario la crisi è giunta a causa di qualcosa contro cui abbiamo sempre lottato con determinazione. E oggi non ci spaventeranno con questo ospite sgradito. Il prossimo anno sarà difficile ma i bielorussi sono abituati ad affrontare le difficoltà. Abbiamo già vissuto tempi duri. Quindi, non solo riusciremo ad evitare di entrare in un abisso ma costruiremo una nuova Belarus affidabile con margini di sicurezza.

 

Cari concittadini,

Stiamo entrando nel nuovo anno con progetti ambiziosi, fiduciosi delle nostre capacità. Abbiamo un enorme potenziale creativo ed intellettuale. Avanzeremo verso il persistere di un elevato standard di qualità della vita. Sì, non sarà facile, ma dovete sapere che il governo non permetterà caos e crolli e non tradiremo la vostra fiducia. Noi rispetteremo sempre il nostro principio di prendersi cura delle persone! La cosa principale da non dimenticare è che tutto dipende da noi stessi ed ogni prova ci deve rendere sempre più forti. Sono convinto che non solo riusciremo ad affrontare oggi i problemi ma che diventeremo più forti e sicuri di noi stessi.

 

Cari amici,

L’anno 2009 è sulla soglia. In un minuto entrerà ad unirsi alle nostre famiglie. Ci sono cose di cui andare fieri. Ci sono i bielorussi! Con glorioso passato eroico, un presente creativo, un futuro impressionante. Stiamo entrando in 65 anni di pace. E’ questo il motivo per cui è stato istituito nel 2009, l’Anno della Madrepatria. La nostra terra è un notevole angolo del pianeta dato a noi da Dio. Dobbiamo lasciarla ai nostri figli e nipoti nella maniera più bella e piacevole. In questa notte, quando guardiamo apertamente gli occhi dei nostri cari pensiamo a come è ordinaria la felicità per ogni uomo. E la sua formula è semplice, per poter vivere degnamente con l’amore ed il calore della propria famiglia sana e di successo.

 

Il presidente ha concluso il messaggio esprimendo i propri auguri per il nuovo anno ai cittadini bielorussi.

 

Tratto da www.belta.by e tradotto da Progetto Humus





Salva articolo su SalvaSiti.com!Figo: lo DIGO!Reddit!Del.icio.us!Google!Live!Technorati!Yahoo!
< Precedente   Prossimo >

 

Advertisement

 

Ricerca personalizzata